Category: architettura

08
apr

SAN PAOLO

Complesso Residenziale

Luogo: Torino

L’intervento professionale finalizzato alla realizzazione dell’inserimento di un volume di completamento su un lato di “vuoto urbano” fa seguito ad una prima ipotesi progettuale dello studio Frlan-Jansen.
Il progetto realizzato presenta un minore impatto volumetrico (senza sporti di chiusura di visuali) continuando l’allineamento del fronte edificato degli adiacenti complessi residenziali.

In questo edificio di classe energetica A+, i pannelli fotovoltaici non impattano visivamente in quanto si è ideato un sistema simbiotico col lastrico solare non percepibile visivamente (dall’esterno) neppure dal piano attico.

L’uso di materiali tradizionali, il mattone e il cemento a vista per i balconi, richiama una tipologia architettonica consolidata, dotata di grande compattezza muraria, che viene sapientemente contrastata e bilanciata dall’utilizzo di grandi aperture e parapetti vetrati che esprimono una scelta compositiva moderna e trasparente dell’edificio nei confronti del contesto. L’articolazione dei pieni e delle vetrate crea inoltre una dinamica della facciata su strada che da  materica e frammentata in basso diventa gradatamente sempre più aperta e leggera fino a scomporsi nelle terrazze dove rimangono solo alcuni frammenti di “pieni” rappresentati dalle schermature antiveduta.

Da un punto di vista formale l’elemento caratterizzante il progetto è la serie di balconate a tutta lunghezza che caratterizzano la facciata lato strada con un forte andamento orizzontale che contrasta la verticalità dell’edificio. Attraverso rientri e pronunciamenti della muratura perimetrale esterna vengono creati su queste balconate spazi diversi per ogni appartamento, in maniera tale da garantire l’unicità di ciascuna unità immobiliare.

L’ingresso dell’immobile, ampio e luminoso,  è stato studiato come una hall di un albergo, per accogliere in un ambiente curato e amplio chi ritorna a casa dopo una giornata di lavoro .  Sono stati utilizzati materiali prestigiosi che accolgono come in un abbraccio chi entra prima di avviarsi agli appartamenti tramite le scale o l’ascensore. I veri protagonisti di questo ingresso sono i lampadari disegnati apposta dal Light design Lucifero, che, anche quando sono spenti, sembrano delle vere e proprie opere d’arte.

01
lug

BAITA LE TRÜNE

Baita

Luogo: Gleise Reuil – Bardonecchia

Il  progetto ha previsto  il restauro della baita attraverso un’opera complessa ed articolata di recupero che conserva ed asalta i particolari più preziosi del costruire alpino. Per l’esterno sono stati mantenuti materiali quali la pietra il legno nel pieno rispetto della più austera tradizione montana.  Il grande ed unico pianoro sul quale la baita  si adagia ha permesso di creare uno splendido giardino dal quale ammirare l’ incantevole paesaggio che si staglia tutto intorno. La continuità tra l’ interno e la natura esterna è assicurata dai  numerose spazi vetrati presenti. IL mantenimento rispettoso dei materiali tipici delle case di montagna della zona (legno e pietra) rimandano a suggestioni di un tempo antico e ben si sposano all’esigenza di funzionalità adeguata ai ritmi della vita moderna.

01
lug

CARRERA

Complesso Residenziale

Luogo: Torino

Il complesso è composto da due edifici separati uniti da un cortile aperto con un percorso pedonale e uno spazio verde. I due edifici  in classe A+ ospitano complessivamente 24 alloggi con tipologie abitative differenti.

L’obbiettivo progettuale era quello di utilizzare materiali tipici dell’edilizia torinese, ma creare edifici tecnologicamente moderni. L’obbiettivo è stato efficientemente conseguito attraverso l’ attento studio dell’esposizione delle case, le avanzate tecniche di isolamento energetico, lo sfruttamento delle energie rinnovabili, la garanzia di un elevato confort, il tutto sempre unito all’utilizzo di materiali di origine naturale.

Le nuove tecnologie utilizzate sfruttano i benefici del sole tramite i pannelli solari; la scelta di un impianto geotermico assicura un ambiente domestico termicamente confortevole, caldo d’inverno e fresco d’estate,  utilizzando una  tecnologia rispettosa dell’ambiente e vantaggiosa dal punto di vista economico. Sono presenti in ogni unità abitativa sistemi di ventilazione  che distribuiscono il calore e la climatizzazione minimizzando dispersioni e sprechi. Per governare la casa in maniera semplice, innovativa e secondo le esigenze di chi ci abita si è fatto uso della demotica attraverso l’inserimento di touch screen.  L’intervento è quindi attento ad ogni aspetto progettuale da quello tecnologico al particolare di design.  

01
lug

CONDOMINIO CAMPO PRINCIPE

Complesso residenziale

Luogo: Les Arnauds – Bardonecchia

Il  complesso residenziale è situato lungo la viabilità che affianca un torrente e la montagna. Si tratta di un insieme di edifici di tre o quattro piani, che riprendono lo stile montano, collegati tra loro grazie a un porticato interno e a delle aree comuni. La scelta architettonica è stata dettata dalla volontà di non creare un unico blocco residenziale, ma lasciare più ariosità al complesso e creare una sorta di piccolo borgo. I materiali utilizzati sono quelli tipici di montagna: le pietre e il legno , essendo però un intervento moderno, per non rendere troppo austere le facciate sono state inserite numerose finestre, grosse vetrate e parti di intonaco bianco.   Il panorama incornicia perfettamente l’ edificato che si inserisce armoniosamente grazie al’ utilizio di materiali naturali e delle grandi porzioni di verde presenti tra una casa e l’altra.

01
lug

CONDOMINIO LEANDRO

Complesso residenziale

Luogo: Les Arnauds – Bardonecchia

Il  complesso residenziale è situato lungo la viabilità che affianca un torrente e la montagna. Si tratta di un insieme di edifici di tre o quattro piani, che riprendono lo stile montano, collegati tra loro grazie a un porticato interno e a delle aree comuni. La scelta architettonica è stata dettata dalla volontà di non creare un unico blocco residenziale, ma lasciare più ariosità al complesso e creare una sorta di piccolo borgo. I materiali utilizzati sono quelli tipici di montagna: le pietre e il legno , essendo però un intervento moderno, per non rendere troppo austere le facciate sono state inserite numerose finestre, grosse vetrate e parti di intonaco bianco.   Il panorama incornicia perfettamente l’ edificato che si inserisce armoniosamente grazie al’ utilizio di materiali naturali e delle grandi porzioni di verde presenti tra una casa e l’altra.

15
giu

VILLA MARY

Complesso di due ville bifamiliari
Luogo : Francia

A guidare la composizione del complesso sono state le viste privilegiate sul mare oltre che i rapporti di affacci e privacy tra le diverse residenze. Ogni famiglia possiede terrazze e giardini privati. La posizione privilegiata di queste case viene sottolineata dalla piscina che, grazie all’illusione ottica, pare continuare in mare. L’ingresso alle singole case avviene attraverso un ascensore vetrato verso il mare e tramite delle scale ricavate scavando nelle rocce della collina. La zona giorno delle singole case è situata al piano terra per poter meglio usufruire dei giardini, mentre la zona notte si trova al livello superiore e si affaccia verso il mare per poter godere di questo splendido panorama anche prima di andare a dormire. La progettazione in alcuni case si è spinta anche ad analizzare il dettaglio, studiando anche gli interni. Giocando con la doppia altezza della zona living si è riuscita a creare una grossa ariosità e una continuità verso l’esterno, che grazie alle numerose finestre permette di far entrare il paesaggio all’interno del soggiorno. Sono state inserite all’interno di una casa passerelle vetrate per permettere luce di entrare dall’alto.

18
mag

LE VETTE

Complesso residenziale

Luogo: Borgaro Torinese

Il complesso  residenziale  è composto da un volume edilizio  a ferro di cavallo che si affaccia su un cortile aperto con ampi spazi verde e con un percorso pedonale di collegamento alle varie scale condominiali . il complesso edilizio ospita complessivamente 83 alloggi con tipologie abitative differenti.

L’obbiettivo progettuale era quello di utilizzare materiali tipici dell’edilizia torinese, ma creare un edifici tecnologicamente moderno. L’obbiettivo è stato efficientemente conseguito attraverso l’ attento studio dell’esposizione degli alloggi, le avanzate tecniche di isolamento energetico, lo sfruttamento delle energie rinnovabili, la garanzia di un elevato confort, il tutto sempre unito all’utilizzo di materiali di origine naturale. Le nuove tecnologie utilizzate sfruttano i benefici del sole tramite  i pannelli fotovoltaici .Il complesso residenziale non è inquinante in quanto è collegato al nuovo impianto di teleriscaldamento  sviluppato da Cogen-Power. Sono presenti in ogni unità abitativa sistemi di ventilazione  che distribuiscono il calore e la climatizzazione minimizzando dispersioni e sprechi.

17
apr

CASA DEL PONTE

Villa

Luogo: Sampeyre

Il  progetto ha previsto la ristrutturazione di un edificio dei primi del Novecento in pietra e legno. Siamo in Val Varaita, nel Comune di  Sampeyre, località montana a quota 1000 metri in provincia di Cuneo. Partendo dal corpo originario del fabbricato si è pensato ad un progetto taglia e cuci. Significativi interventi nel rispetto del contesto del luogo per una proposta compositiva tradizionale ad uso contemporaneo. Tre sono i piani sovrapposti che seguono l’andamento della montagna. Molti sono gli elementi stilistici mantenuti  ed evidenziati nel progetto: ad esempio la ristrutturazione delle due colonne in pietra che sorreggono parte delle travi in legno tipica delle case alpine della valle, o l’utilizzo dei caratteristici riquadri bianchi per evidenziare le aperture. L’interno, in parte a doppia altezza, utilizza materiali naturali locali. Legno e pietra si alternano a vetro e intonaco bianco.

 

 

24
apr

CASOT VIEI

Residenza per vacanze
Luogo: Vallone di S. Anna di Sampeyre

Dal punto di vista architettonico si tratta di un intervento di sostituzione edilizia della presistente baita utilizzata  come deposito di fieno e di derrate agricole destinate ai pastori durante il periodo di arpeggio estivo. Partendo dal corpo originario del fabbricato si è pensato ad un progetto taglia e cuci. Significativi interventi nel rispetto del contesto del luogo per una proposta compositiva tradizionale ad uso contemporaneo. Si sono utilizzati i materiali locali quali legno, pietra e lose di copertura non trascurando il totale rispetto delle normative sismiche ed energetiche vigenti .

24
apr

CASOT PRA LA FUNT

Residenza per vacanze
Luogo: Vallone di S. Anna di Sampeyre

Il progetto si basa su una ristrutturazione totale di un vecchio casotto di montagna (completamento ridotto ad un ammasso di pietre), utilizzato per la transumanza e come punto di rifugio in caso di maltempo. Si è proposto pertanto un intervento che intende risolvere sia i problemi di degrado architettonico, sia di accesso veicolare all’edificio in un ambiente ancora incontaminato e di ampio respiro. Sono state utilizzati i tipici caratteri architettonici del luogo ripristinando l’impianto volumetrico preestente, rielaborando vecchie fotografie trovate nell’archivio della proprietà.

24
apr

CASOT BRUSA’

Residenza per vacanze
Luogo: Vallone di S. Anna di Sampeyre

Il progetto propone un duplice approccio all’area in oggetto attraverso una proposta di intervento che intende risolvere sia i problemi di degrado architettonico, sia di accesso veicolare all’edificio in un ambiente ancora incontaminato. Dal punto di vista architettonico si tratta di un intervento di sostituzione edilizia del presistente fabbricato, privitivamente utilizzato come deposito di fieno e di derrate agricole destinate alle baite montane.  attraverso l’inserimento di un nuova destinazione d’uso di carattere residenziale che ben si inserisce nell’ambiente circostante, nel rispetto delle normative sismiche ed energetiche.

20
ott

DELTΔ 5

Villa quadri-familiare

Luogo: Alpignano

Questa piccola  struttura  residenziale  è situata sulla parte più elevata della collina posta tra Alpignano e Almese e domina dal lato verso est tutta la pianura da Rivoli alle colline di Torino e dal lato verso ovest ha una vista spettacolare verso tutta la valle di Susa..

L’area sottostante verso occidente di pertinenza  del complesso presenta ariosi spazi per parcheggi e aree a disposizione per giochi dei bimbi . I due  alloggi siti al piano terreno hanno a disposizione uno spazio pestilenziale di verde privato che rendono più piacevole ed esclusiva la residenza.. I due alloggi siti al piano superiore hanno un terrazzo-solarium sito al livello del tetto. Tutti e quattro gli alloggi hanno comunque a disposizione un ampio spazio verde comune per barbecue e vari posti auto.

L’edificio  in classe A+ : l’obbiettivo è stato efficientemente conseguito attraverso l’ attento studio dell’esposizione della casa, le avanzate tecniche di isolamento energetico, lo sfruttamento delle energie rinnovabili, la garanzia di un elevato confort, il tutto sempre unito all’utilizzo di materiale di origine naturale.

15
ott

S. Ambrogio

Complesso edilizio

Luogo: Alpignano

Il complesso  residenziale  è composto da tre volumi edilizi disposti lungo la stessa curva di livello della collina posta a Nord-ovest del concentrico alla città di Alpignano in modo da dominare tutta la pianura da Rivoli alle colline di Torino.

L’area di pertinenza  del complesso presenta ariosi spazi per parcheggi e aree a disposizione per giochi dei bimbi . tutti gli alloggi siti al piano terreno hanno a disposizione spaziose aree di verde privato attrezzato che rendono più piacevole la residenza.

Il percorso pedonale di collegamento tra i vari edifici (e le relative scale condominiali) del complesso dà ai residenti la piena sensazione di sicurezza in quanto l’accesso al complesso è presidiato e non direttamente aperto al pubblico.

Il Complesso edilizio ospita complessivamente 28 alloggi con tipologie abitative tutte differenti l’una dall’altra: il perché di pertinenza il suo stati ricavati al piano interrato, in modo da non impattare dal punto di vista ambientale e di percezione visiva.

Sul lato sud del lotto il terreno degrada rapidamente verso il fiume Dora Riparia e tutta questa parte di terreno è stato oggetto di interventi di ingegneria naturalistica per il consolidamento del terreno.

Gli edifici presentano un impianto edilizio classico ma tecnologicamente moderno. L’obbiettivo è stato efficientemente conseguito attraverso l’ attento studio dell’esposizione non solo degli alloggi ma anche dai singoli locali abitativi. Sono stato particolarmente studiate le strutture di isolamento termico e fonico valutando con l’opportuna attenzione le stratigrafie delle varie muratura e dei vari orizzontalmente per raggiungere un ottimo isolamento energetico ed acustico.

04
ott

CASA RIVET

Edificio residenziale

Luogo:  Frazione Les Arnaud, Bardonecchia

L’intervento, particolarmente complesso dal punto di vista strutturale, (nonostante le modeste dimensioni) e dell’accessibilità, ha dovuto tener conto dei numerosi vincoli planimetrici  e di piano regolatore. I materiali utilizzati per la realizzazione del complesso edilizio l’intervento riprendono quelli caratteristici delle borgate montane per un miglior inserimento ed un miglioramento ambientale rispetto ad altri interventi effettuati negli anni 60 quando era poco

02
ott

LA GIRONDA

Garages interrati

Luogo  Borgata Gleise – Bardonecchia

l’intervento è stato dettato dalla esigenza di fornire posti auto per i residenti dei nuovi alloggi, creatisi con la ristrutturazione di alcune vecchie baite della borgata alpina sovrastante Bardonecchia, in una posizione di particolare pregio ambientale ed elevata rispetto al concentrico. l’impianto urbanistico della borgata infatti è costituita da strutture abitative di limitata dimensione che non sono in grado di accogliere nel corpo fabbrica, anche a livello interrato, le aree per il parcheggio richiesta dalla legge. Si è dovuto quindi procedere alla ricerca di un’area baricentrica rispetto a alle volumetrie ristrutturate e si è organizzato un progetto (rispettoso della vincolante normativa dei Vigili del fuoco) a livello interrato recuperando un numero di posti auto sufficienti per il rispetto delle norme di legge. L’esistenza del volume interrato è esclusivamente denunciato dei due accessi a livelli differenti.

11
set

VILLA GERAMO

Ville bifamiliari
Luogo : Francia

Le scelte distributive per la progettezione di questa villa sono dettate dalla visuale verso il mare, la ricerca di ariosità e luminosità interna. La zona giorno si affaccia sul terrazzo riparato che, grazie alla sua posizione, riesce ad essere illuminato per la maggior parte della giornata. Il giardino crea uno spazio intimo che dalla strada non viene percepito. I materiali e i colori utilizzati sono tipici di questa zona della francia per ben inserirsi nel contesto paesaggistico .

10
set

GRATTONI

Villa bifamiliare

Luogo: Bardonecchia

Il progetto per questa villa bifamiliare ha cercato di  rispondere alle esigenze della committenza pur mantenendo i classici elementi dell’architettura di montagna. Molti sono gli elementi stilistici tipici del luogo che vengono evidenziati nel progetto: la scelta dei materiali sottolinea l’intenzione di non voler distaccarsi dal paesaggio circostante pur trattandosi di un edificio costruito ex-novo. L’interno, in parte a doppia altezza, utilizza materiali naturali locali. Legno e pietra si alternano a vetro e intonaco bianco.

08
set

GARAGES GLEISE

Garages interrati

Luogo  Borgata Gleise – Bardonecchia

l’intervento è stato dettato dalla esigenza di fornire posti auto per i residenti dei nuovi alloggi, creatisi con la ristrutturazione di alcune vecchie baite della borgata alpina sovrastante Bardonecchia, in una posizione di particolare pregio ambientale ed elevata rispetto al concentrico. l’impianto urbanistico della borgata infatti è costituita da strutture abitative di limitata dimensione che non sono in grado di accogliere nel corpo fabbrica, anche a livello interrato, le aree per il parcheggio richiesta dalla legge. Si è dovuto quindi procedere alla ricerca di un’area baricentrica rispetto a alle volumetrie ristrutturate e si è organizzato un progetto (rispettoso della vincolante normativa dei Vigili del fuoco) a livello interrato recuperando un numero di posti auto sufficienti per il rispetto delle norme di legge. L’esistenza del volume interrato è esclusivamente denunciato dei due accessi a livelli differenti.

06
set

CASA BAR

Edificio residenziale

Luogo:  Frazione Les Arnaud, Bardonecchia

Il progetto ha  previsto il recupero edilizio ad uso residenziale di una vecchia struttura prefabbricata destinata a bar-pizzeria, mantenendo (nell’ambito della ristrutturazione) le identiche dimensioni planimetriche per motivi di vincoli di PRGC e di regolamento edilizio, prevedendo anche un ampliamento commisurato alla preesistenza volumetrica. I materiali utilizzati per l’intervento riprendono quelli caratteristici del borgo montano per un miglior inserimento ed un miglioramento ambientale rispetto alla preesistenza.