Category: commerciale

06
apr

LUDIVINE

Salone da Parrucchiere

Luogo: Torino

Questo negozio di parrucchieri per signora è stato realizzato In collaborazione con l’ Arch. Francesca Canfora.

L’idea era quella di creare un ambiente caldo e accogliente dove le clienti potessero trascorrere del tempo per se stesse e staccarsi dalla frenetica vita quotidiana. Riuscire a creare un luogo che permettesse di stare tranquille, anche se il negozio si affaccia con due vetrine sulla strada, è stato il punto di partenza per definire la planimetria del negozio. Le vetrine sono state studiate in maniera da permettere di vedere il locale da fuori, ma “nascondere” le persone che si trovano all’interno del locale. L’espositore di ferro e legno che corre lungo tutta la vetrina permette di mascherare parte del negozio, ma allo stesso tempo di lasciare entrare lo sguardo curioso del passante.

Tutti gli arredi sono stati disegnati e progettati ad hoc per creare delle soluzioni uniche.

Le differenti zone del negozio: attesa,  lavaggio, colore e piega non sono suddivise da muri o tramezzi:  gli spazi vengono delineati e creati dai pilastri e dal nucleo centrale del bancone.

Il bancone posizionato centralmente  è  l’incastro di due solidi uno in legno bianco come basamento e il secondo in legno naturale che sembra sospeso, dovei è stata posizionata la cassa e una zona espositiva.

Per differenziare le diverse zone del locale, oltre al bancone, sono state utilizzate altezze diverse, create da cielini e ribassamenti, con la scelta del colore marrone che delinea gli spazi . Le zone infatti vengono abbracciate da questo colore che a volte è a parete altre a soffitto o sulle poltrone.

Le zone per la piega e per il colore, più nascoste, sono caratterizzate da una lunga mensola di legno sulla quale si appoggia un grosso specchio. Altra caratteristica del locale è la presenza di quattro sculture di arte moderne, leggere, in acciaio  che rappresentano figure femminili, e sono l’elemento decorativo e caratterizzante del negozio.

05
apr

OSTERIA.IT

Osteria Ristorante Enoteca Emporio

Luogo: Ciriè

Il progetto per il ristorante enoteca, bar Osteria.it a Ciriè (TO) è nato dalla collaborazione dello Studio Desideri & Partners con l’Arch. Riccardo Ricotta.

Le esigenze della committenza erano quelle di creare uno spazio dinamico e versatile, aperto a tutte le ore e quindi adatto ai diversi momenti della giornata. La vera sfida del progetto era creare ambienti differenti con una loro specifica identità che però dialogassero tra di loro: in un unico locale creare sia zone intime e riservate sia zone per la socializzazione.

La caratteristica del progetto, che viene utilizzata in tutti gli ambienti  del locale, è stata l’ utilizzo di  semplici profilati in ferro e tavole in legno che costituiscono gli elementi d’arredo.

Il bancone del bar è il primo elemento di forte impatto che si incontra entrando,  realizzato con tavole da ponteggio e  sormontato da un portale in ferro nonché espositore dei vini.

Al piano inferiore, accessibile dalla scala in ferro e tavole da ponte,  è stato posizionato un altro lungo tavolo conviviale, al cui interno si trova una glacè usata per contenere alla sere le bottiglie di champagne e di giorno fiori, attorno al quale gli ospiti si trattengono dopo un pranzo o un aperitivo informale a  consultare i vini qui esposti. Qui vengono anche effettuati percorsi di degustazione: infatti l’espositore in ferro e la volta in mattone rendono l’ambiente accogliente e sembra quasi di trovarsi nella  cantina di un vigneto.

Nell’ultima parte del locale, la  più nascota, si trova la cucina che affaccia, anche grazie alla sua ampia vetrata, sulla zona  ristorante. Qui i tavoli progettati specificatamente per il locale creano situazioni intime oppure possono essere accostati per poter accoglere anche gruppi di amici o famiglie.

Nulla è lasciato al caso: anche il bagno e il dehor seguono la stessa filosofia dell’interno del locale e vengono anche qui adoperati gli stessi materiali.

15
dic

ROCCABILLY

Salone da Parrucchiere

Luogo: Torino

 

Il progetto del negozio di parrucchieri e barberia sito in Via della Rocca è nato dalla collaborazione dallo Studio Desideri & Partners con l’Arch. Riccardo Ricotta.  In accordo con le esigenze della committenza si sono cercate delle soluzioni divertenti, giovanili e a basso costo: sono stati quindi utilizzati i materiali tipici dei cantieri rivisitati,  creando un effetto urban.

Per realizzare il Roccabilly  e riuscire a dare ai clienti  la sensazione di entrare all’interno di un mondo a se stante si è cercato di incorporare  elementi grezzi contrapposti a oggetti di design contemporaneo. Una grande parete in lavagna a tutta vista dai clienti serve a segnare gli appuntamenti dei due stilisti, ma vengono anche lasciati dei gessetti a disposizioni di chi vuole sbizzarrire il suo lato creativo durante l’attesa del proprio turno. Molti sono gli elementi di riuso:  la cassa è stata creata con degli pneumatici, così come per il lavandino della zona barberia. Tutto sembra lasciato un po’ al caso ed invece è frutto di una attenta e meticolosa progettazione di dettaglio. La zona piega e taglio (posta verso l’ingresso) è  caratterizzata da un muro ricoperto con le tavole da ponte dove sono fissati gli specchi. Nella parte più riservata del negozio si trova la parte dedicata alle operazioni di lavaggio dei capelli. Il pavimento è costituito da pannelli di armatura per il calcestruzzo armato. Lo stesso materiale è stato utilizzato come pavimento e rivestimento della zona privata dell’ufficio.

10
dic

PRAMOLLO

Farmacia

Luogo: Torino

L’idea di partenza era quella di dare un nuovo carattere alla Farmacia, che rispecchiasse  l’impronta dei nuovi titolari, più giovani della precedente proprietà. Il fine ultimo era quello di creare un posto nuovo accogliente e che non rispecchiasse i classici modelli di farmacie.

Il nuovo vestito per questa attività doveva quindi essere moderno, semplice, minimale ed accogliente.

Tutte le armadiature per i medicinali sono state inserite nel perimetro del locale, per poter lasciare più spazio sia al cliente alla zona di attesa, sia al cliente in procinto di scegliere, con più tranquillità, i farmaci da banco.

Le pareti sono così state caratterizzate da giochi di pieni e vuoti grazie agli armadi per i medicinali e alle nicchie espositive, dove sono stati inseriti gli antichi utensili da Farmacia.

Il bancone centrale totalmente bianco e illuminato divide la parte dedicata agli acquirenti da quella prettamente ad uso dei Farmacisti. E’ stato creato uno specifico locale per le analisi, distaccato dalla zona principale per una maggior intimità e per poter dare più serenità al cliente.

Anche le vetrine sono state concepite come zona espositiva e riprendono l’idea dei pieni e vuoti, che caratterizza l’interno.

Protagonista di questo progetto è la luce studiata con la collaborazione dalla Lighting Consultant Paola Minerdo: i corpi illuminanti sono semplici ma tecnologici, la luce non è  fredda, ma da una sensazione di calda accoglienza a chi entra nel locale.