Category: interior

07
apr

CA’ CORTE NOVA

Residenza Privata – airbnb

Luogo: Venezia

L’appartamento si trova in un immobile di pregio  nella zona di Sestiere Cannaregio a pochi minuti dai principali punti di interesse della Città, affacciandosi dalle finestre sarà possibile godere della vista del canale e dei ponti caratteristici di Venezia.

L’appartamento è il luogo perfetto per una vacanza a Venezia: il progetto di ristrutturazione è stato infatti  ideato per creare il maggior confort agli ospiti.

Il nucleo centrale dell’appartamento è il soggiorno con un  divano letto e la cucina accessoriata, sono poi state create due camere matrimoniali e doppi servizi indipendenti per poter accogliere target diversi di clientela: dalla famiglia alle coppie di amici.

L’appartamento è stato curato in ogni dettaglio utilizzando materiali ed oggetti di arredo di design moderno.

Il living con area relax è dominato dai colori tenui delle pareti e dei pavimenti in contrasto con l’utilizzo della carta da parati Seletti, che riproduce luoghi incantati, e con i colori accesi dei tessuti del divano e delle sedie.

Le due camere  da letto riprendono le nuances del resto della casa aggiungendo il colore del legno naturale e del tessuto: in una delle due camere da letto è presente un affresco originale che è il protagonista principale di questo  ambiente.

L’appartamento è caratterizzato da una notevole luminosità, ma soprattutto da una vista spettacolare.

06
apr

LUDIVINE

Salone da Parrucchiere

Luogo: Torino

Questo negozio di parrucchieri per signora è stato realizzato In collaborazione con l’ Arch. Francesca Canfora.

L’idea era quella di creare un ambiente caldo e accogliente dove le clienti potessero trascorrere del tempo per se stesse e staccarsi dalla frenetica vita quotidiana. Riuscire a creare un luogo che permettesse di stare tranquille, anche se il negozio si affaccia con due vetrine sulla strada, è stato il punto di partenza per definire la planimetria del negozio. Le vetrine sono state studiate in maniera da permettere di vedere il locale da fuori, ma “nascondere” le persone che si trovano all’interno del locale. L’espositore di ferro e legno che corre lungo tutta la vetrina permette di mascherare parte del negozio, ma allo stesso tempo di lasciare entrare lo sguardo curioso del passante.

Tutti gli arredi sono stati disegnati e progettati ad hoc per creare delle soluzioni uniche.

Le differenti zone del negozio: attesa,  lavaggio, colore e piega non sono suddivise da muri o tramezzi:  gli spazi vengono delineati e creati dai pilastri e dal nucleo centrale del bancone.

Il bancone posizionato centralmente  è  l’incastro di due solidi uno in legno bianco come basamento e il secondo in legno naturale che sembra sospeso, dovei è stata posizionata la cassa e una zona espositiva.

Per differenziare le diverse zone del locale, oltre al bancone, sono state utilizzate altezze diverse, create da cielini e ribassamenti, con la scelta del colore marrone che delinea gli spazi . Le zone infatti vengono abbracciate da questo colore che a volte è a parete altre a soffitto o sulle poltrone.

Le zone per la piega e per il colore, più nascoste, sono caratterizzate da una lunga mensola di legno sulla quale si appoggia un grosso specchio. Altra caratteristica del locale è la presenza di quattro sculture di arte moderne, leggere, in acciaio  che rappresentano figure femminili, e sono l’elemento decorativo e caratterizzante del negozio.

05
apr

OSTERIA.IT

Osteria Ristorante Enoteca Emporio

Luogo: Ciriè

Il progetto per il ristorante enoteca, bar Osteria.it a Ciriè (TO) è nato dalla collaborazione dello Studio Desideri & Partners con l’Arch. Riccardo Ricotta.

Le esigenze della committenza erano quelle di creare uno spazio dinamico e versatile, aperto a tutte le ore e quindi adatto ai diversi momenti della giornata. La vera sfida del progetto era creare ambienti differenti con una loro specifica identità che però dialogassero tra di loro: in un unico locale creare sia zone intime e riservate sia zone per la socializzazione.

La caratteristica del progetto, che viene utilizzata in tutti gli ambienti  del locale, è stata l’ utilizzo di  semplici profilati in ferro e tavole in legno che costituiscono gli elementi d’arredo.

Il bancone del bar è il primo elemento di forte impatto che si incontra entrando,  realizzato con tavole da ponteggio e  sormontato da un portale in ferro nonché espositore dei vini.

Al piano inferiore, accessibile dalla scala in ferro e tavole da ponte,  è stato posizionato un altro lungo tavolo conviviale, al cui interno si trova una glacè usata per contenere alla sere le bottiglie di champagne e di giorno fiori, attorno al quale gli ospiti si trattengono dopo un pranzo o un aperitivo informale a  consultare i vini qui esposti. Qui vengono anche effettuati percorsi di degustazione: infatti l’espositore in ferro e la volta in mattone rendono l’ambiente accogliente e sembra quasi di trovarsi nella  cantina di un vigneto.

Nell’ultima parte del locale, la  più nascota, si trova la cucina che affaccia, anche grazie alla sua ampia vetrata, sulla zona  ristorante. Qui i tavoli progettati specificatamente per il locale creano situazioni intime oppure possono essere accostati per poter accoglere anche gruppi di amici o famiglie.

Nulla è lasciato al caso: anche il bagno e il dehor seguono la stessa filosofia dell’interno del locale e vengono anche qui adoperati gli stessi materiali.

15
mar

FRANCIA

Residenza Privata

Luogo: Torino

 

L’esigenza di partenza era quella di creare due ambienti ben distinti: la zona notte e la zona giorno.

Il nodo centrale che divide, ma nel contempo unisce i due ambienti è la hall, con il suo color blu polvere che dal pavimento  si estende sino al soffitto,  è stata progettata per venire incontro all’esigenza dei clienti in modo che collegasse di due ambienti mantenendo comunque la loro separata identità.

Da puro ingresso libero e minimale diventa contenitore trasformandosi in una cabina armadio camuffata.

Il ribassamento è stato studiato in modo che enfatizzi l’altezza del confinante locale soggiorno, rendendolo percettivamente più grande.

L’ariosa zona living è illuminata dalle grandi aperture sul balcone e anche la scelta del bianco in questa stanza aumenta la luminosità, altro punto fondamentale del progetto.  Sembra fluttuare nel salone la lampada nera sottile  che insieme alle sedie è l’unico elemento scuro di questo ambiente .

Per la cucina abitabile con penisola e i bagni sono stati utilizzati colori più polverosi, come il grigio, che si intrecciano con  materiali differenti tra cui legno e le cementine.

Le stanze da letto invece riprendono le nuanche del blu con giochi di colore su pareti e soffitti.

14
nov

UNIONE

Residenza Privata

Luogo: Torino

Il progetto aveva come scopo il vivacizzare una tipoligia distributiva ormai datata e ridistribuire gli spazi in modo più funzionale per le esigenze della Committenza.

Per fare ciò abbiamo creato un ambiente unico di ingresso e zona pranzo, distinguendo però volutamente i due spazi: abbiamo infatti ribassato il primo, colorandolo con una tinta scura per renderlo unico grazie anche all’illuminazione che ne costituisce una quinta di sfondo.

Per rendere più luminoso questo ambiente  abbiamo posizionato un serramento fisso opalino in modo che la luce potesse passare senza compromettere la privacy.

Il tavolo è il centro della vita della casa e grazie alle lampade che lo sovrastano si riesce a creare l’atmosfera giusta a seconda dell’occasione, semplicemente ruotandole di qualche grado.

Il bagno, per via della sua forma,  è stato pensato come se la zona della doccia fosse stata scavata nella roccia e irrorato dal soffione come collegamento diretto alla sorgente dell’acqua.

L’angolo cottura è stata progettata con tonalità chiare in modo da poter donare alla zona pranzo ancora maggior luce, utilizzando piastrelle lucide in modo che riflettessero maggiormente i raggi luminosi.

Nella camera da letto si è mantenuto il parquet riportandolo all’originale gloria e si è proseguito con l’utilizzo di colori caldi e rilassanti.

Il soggiorno è stato ideato con un’armadiatura a tutta parete, con zone  a giorno e zone chiuse, utilizzando la stessa palette di colori ma vivacizzando l’ambiente con un color senape ripreso anche da altri oggetti di arredo della stanza.

15
apr

COLLEGNO

Residenza Privata

Luogo: Torino

Il progetto, che prevedeva la trasformazione di uno studio dentistico in un alloggio, è nato dalla collaborazione dallo Studio Desideri & Partners con gli Architetti Giulia Genre e Valentina Grillo.  Le esigenze  della committenza erano quelle di creare una zona giorno verso il giardino, una zona notte più defilata e una parte dell’alloggio indipendente da adibire a dependance per gli ospiti.

Quindi le pareti divisorie dell’appartamento sono state abbattute per formare una zona giorno a pianta aperta, La ristrutturazione dell’appartamento combina materiali tecnici, complementi  d’arredo firmati  con elementi vintage. Il salone è inondato inoltre da luce naturale, grazie alle finestre rivolte verso il giardino e alla grande parete in vetro e ferro creata dagli architetti per dividere la cucina che si affaccia sul giardino. Il fil rouge della zona giorno è la scelta del colore verde petrolio che parte dall’ingresso per arrivare sino alla cucina.

Nella parte posteriore dell’appartamento cui si accede tramite una porta a volta troviamo due camere da letto, entrambe arredate con lo stesso stile decorativo: una camera è caratterizzata da una parete in carta da parati anni 60, mentre  la camera da letto dei proprietari presenta tonalità di colori più tenui.  A conferire un ulteriore tocco di colore ci pensa anche una parete di un brillante verde acido che si contrappone  a una trave in calcestruzzo armato a vista che si trova nella dependance per gli ospiti.

15
mar

CASA LALLA

Residenza Privata – airbnb

Luogo: Torino

Un vecchio appartamento totalmente ristrutturato per dar vita a un airbnb. La necessità era di creare una zona giorno grande e una camera da letto matrimoniale indipendente.

La zona giorno occupa quindi la maggior parte dell’appartamento ed è caratterizzata da un cubo centrale rosso dove viene inserita la cucina, creando così anche uno spazio per la colazione al bancone. Il cubo rosso è quindi il nucleo della casa, dove al suo interno sono stati inseriti tutti i servizi utili ad un airbnb. Nella zona giorno è stata inserita anche una zona relax con un divano e la tv,  e le pareti sono decorate con alcune immagini della città.

Per i restanti ambienti della casa sono stati utilizzati toni più tenui, come l’azzurro.

11
mar

MONTECUCCO

Residenza Privata

Luogo: Torino

L’appartamento presenta una disposizione funzionale, con accesso alle stanze e al bagno da un ingresso piccolo. Nella camera da letto, così come nel soggiorno, è stato posato un parquet in rovere, che crea un’atmosfera piacevolmente calda. Nella camera da letto, arredata sui toni del tortora, troviamo spazio per un letto ampio, cassettiera e comodini; la stanza è caratterizzata da uno specchio dal design irregolare ideato dal progettista. Dal corridoio si accede nel bagno minimalista  e nella cucina con  il pavimento in un classico tono del grigio: cucina  caratterizzata dal contrasto degli arredi bianchi con zone di rivestimento in piastrelle nere che riprendono il colore del top della cucina.

Il soggiorno di questa abitazione  è caratterizzato da un bow-window con  ampie vetrate e con un pilastro a colonna in cemento armato. Il colore grigio viene utilizzato nelle sue diverse tonalità dal chiaro delle pareti, allo scuro delle sedie e dei tappeti. I mobili in legno scaldano l’ambiente e la libreria divide il salone dal resto dell’alloggio. Le luci, che fanno da protagoniste in questo soggiorno sono di colore nero per essere ben evidenti e creare giochi divertenti di linee e visuali.

Nell’appartamento sono presenti, una serie di elementi di design moderno  e oggetti d’arte quali sculture, quadri e fotografie che regalano angoli suggestivi all’interno dei singoli ambienti.

15
dic

ROCCABILLY

Salone da Parrucchiere

Luogo: Torino

 

Il progetto del negozio di parrucchieri e barberia sito in Via della Rocca è nato dalla collaborazione dallo Studio Desideri & Partners con l’Arch. Riccardo Ricotta.  In accordo con le esigenze della committenza si sono cercate delle soluzioni divertenti, giovanili e a basso costo: sono stati quindi utilizzati i materiali tipici dei cantieri rivisitati,  creando un effetto urban.

Per realizzare il Roccabilly  e riuscire a dare ai clienti  la sensazione di entrare all’interno di un mondo a se stante si è cercato di incorporare  elementi grezzi contrapposti a oggetti di design contemporaneo. Una grande parete in lavagna a tutta vista dai clienti serve a segnare gli appuntamenti dei due stilisti, ma vengono anche lasciati dei gessetti a disposizioni di chi vuole sbizzarrire il suo lato creativo durante l’attesa del proprio turno. Molti sono gli elementi di riuso:  la cassa è stata creata con degli pneumatici, così come per il lavandino della zona barberia. Tutto sembra lasciato un po’ al caso ed invece è frutto di una attenta e meticolosa progettazione di dettaglio. La zona piega e taglio (posta verso l’ingresso) è  caratterizzata da un muro ricoperto con le tavole da ponte dove sono fissati gli specchi. Nella parte più riservata del negozio si trova la parte dedicata alle operazioni di lavaggio dei capelli. Il pavimento è costituito da pannelli di armatura per il calcestruzzo armato. Lo stesso materiale è stato utilizzato come pavimento e rivestimento della zona privata dell’ufficio.

10
dic

PRAMOLLO

Farmacia

Luogo: Torino

L’idea di partenza era quella di dare un nuovo carattere alla Farmacia, che rispecchiasse  l’impronta dei nuovi titolari, più giovani della precedente proprietà. Il fine ultimo era quello di creare un posto nuovo accogliente e che non rispecchiasse i classici modelli di farmacie.

Il nuovo vestito per questa attività doveva quindi essere moderno, semplice, minimale ed accogliente.

Tutte le armadiature per i medicinali sono state inserite nel perimetro del locale, per poter lasciare più spazio sia al cliente alla zona di attesa, sia al cliente in procinto di scegliere, con più tranquillità, i farmaci da banco.

Le pareti sono così state caratterizzate da giochi di pieni e vuoti grazie agli armadi per i medicinali e alle nicchie espositive, dove sono stati inseriti gli antichi utensili da Farmacia.

Il bancone centrale totalmente bianco e illuminato divide la parte dedicata agli acquirenti da quella prettamente ad uso dei Farmacisti. E’ stato creato uno specifico locale per le analisi, distaccato dalla zona principale per una maggior intimità e per poter dare più serenità al cliente.

Anche le vetrine sono state concepite come zona espositiva e riprendono l’idea dei pieni e vuoti, che caratterizza l’interno.

Protagonista di questo progetto è la luce studiata con la collaborazione dalla Lighting Consultant Paola Minerdo: i corpi illuminanti sono semplici ma tecnologici, la luce non è  fredda, ma da una sensazione di calda accoglienza a chi entra nel locale.

15
giu

VILLA MARY

Complesso di due ville bifamiliari
Luogo : Francia

A guidare la composizione del complesso sono state le viste privilegiate sul mare oltre che i rapporti di affacci e privacy tra le diverse residenze. Ogni famiglia possiede terrazze e giardini privati. La posizione privilegiata di queste case viene sottolineata dalla piscina che, grazie all’illusione ottica, pare continuare in mare. L’ingresso alle singole case avviene attraverso un ascensore vetrato verso il mare e tramite delle scale ricavate scavando nelle rocce della collina. La zona giorno delle singole case è situata al piano terra per poter meglio usufruire dei giardini, mentre la zona notte si trova al livello superiore e si affaccia verso il mare per poter godere di questo splendido panorama anche prima di andare a dormire. La progettazione in alcuni case si è spinta anche ad analizzare il dettaglio, studiando anche gli interni. Giocando con la doppia altezza della zona living si è riuscita a creare una grossa ariosità e una continuità verso l’esterno, che grazie alle numerose finestre permette di far entrare il paesaggio all’interno del soggiorno. Sono state inserite all’interno di una casa passerelle vetrate per permettere luce di entrare dall’alto.

11
mag

DANTE

Residenza Privata

Luogo: Torino

L’idea di partenza è stata quella di creare un salotto deliberatamente libero, come se fosse lo studio di un artista. L’ingresso divide parzialmente il salotto come una quinta, un cubo grigio che si apre sul living, nel quale volutamente ci sono pochi arredi o armadiature. Il salotto è lo spazio più grande della casa, sia in larghezza che in altezza. Un vuoto in cui pochi pezzi dialogano tra loro in un rapporto ‘fuori scala’. Il maxi divano lungo tre metri occupa la scena, la presenza degli arredi disseminati nella stanza, come il tavolo che sembra fluttuare e la lampada di Lucifero che sembra danzare. 110 mq, composti da un ampio soggiorno, una cucina,  lo studio del dj, più defilata la camera con il suo bagno. I due bagni confinanti sono divisi da una lunga doccia vetrata, questo gioco di incastri  viene sottolineato grazie alle luci della doccia accese, quest’ultima si trasforma infatti in uno spazio luminoso che unisce i due ambienti.

(Progettazione di Interni: Desideri & Partners)

11
ott

GALILEO

Residenza privata
Luogo: Torino

Ambienti moderni e dinamici con un tocco di classicismo per il nido d’amore di una coppia che dopo il matrimonio del figlio,  ha deciso di iniziare un nuovo capitolo della loro vita cominciando proprio dalla casa. La perfezione delle linee pulite viene contrastata da elementi classici. Materiali e colori arricchiti ed esaltati da un sapiente progetto illuminotecnico capace di rispondere alle esigenze e funzioni degli ambienti sottolineando al tempo stesso tutte le caratteristiche estetiche degli spazi domestici. I giochi di luce dinamici, le aperture di ambienti verso i terrazzi rendono gli spazi sempre pronti ad accogliere il fruitore con atmosfere calde e accoglienti.